I tosaerba a scoppio

Come vi abbiamo spiegato la cura del prato, sia quello di casa o pubblico, passa attraverso la scelta

del giusto tosaerba il quale può fare la differenza.

Esistono vari tipi di alimentazioni per i quali esistono differenti modelli di tosaerba; abbiamo

parlato dei modelli elettrici, alimentati a rete o a batteria utili soprattutto per prati dalle piccole
dimensioni e quindi usi domestici.

Se però abbiamo a che fare con una superficie piuttosto ampia, la nostra scelta dovrà ricadere su

un tosaerba di tipo a scoppio, o anche chiamato a motore.

Questo tipo di modello, come abbiamo già visto per i modelli elettrici alimentati a batteria, non è

necessaria una fonte di energia elettrica in quanto alimentati tramite un combustibile, solitamente

il più comune è la benzina.

Si tratta di modelli decisamente più ingombranti rispetto ad un tosaerba elettrico oltre che molto

più costosi, ma con una potenza superiore e quindi l’unica scelta nel caso si abbiano da gestire

degli spazi dalle grandi dimensioni, come giardini pubblici, parchi, campi da calcio ecc..

Molti tosaerba a scoppio presentano una caratteristica decisamente interessante, il mulching,

ovvero la funzione di sminuzzare l’erba molto finemente e distribuirla in modo uniforme sul

terreno così da concimare la terra, evitando così l’operazione di smaltimento dell’erba tagliata.

Una cosa da tenere fortemente in considerazione è il tipo di ruote che sono montate sul tosaerba

che abbiamo scelto di acquistare; questi modelli sono generalmente più grandi e pesanti se

paragonati ad un tosaerba elettrico. Proprio per questo è necessario che le ruote siano di

dimensioni adeguate così da sopportare senza alcun tipo di problema il peso dell’attrezzo anche

nelle situazioni più complesse come terreni irregolari, con buche o pendenze.

I motori a scoppio presenti su questi tipi di tosaerba sono studiati proprio per semplificare i lavori

in situazioni più complicate.

Si possono distinguere in due categorie:

  • a spinta
  • semoventi

I tosaerba a spinta necessitano della spinta di un operatore, che sarà comunque facilitata dalla presenza appunto della spinta di un motore.

I secondi invece sono modelli con un sistema di trazione parziale, i tosaerba semoventi in cui il

motore è collegato alle ruote per mezzo di assali e non necessitano di spinta manuale per

muoversi. Questo fa si che le operazioni siano più semplici e ci sia una riduzione del carico di

lavoro. Si consiglia comunque di orientarsi su modelli affidabili, poiché l’eventuale riparazione di

un simile modello potrebbe essere piuttosto costosa.