Basta darla in strada. Si può solo in camera.

Il ddl Carfagna è passato e introduce il reato di «prostituzione in luogo pubblico o aperto al pubblico». Sarà dunque vietato prostituirsi nei parchi, nelle strade, nelle campagna e in ogni altro luogo pubblico.
Le sanzioni previste sono l’arresto da cinque a quindici giorni e un’ammenda da 200 a 3 mila euro. La medesima sanzione si applicherà sia a chi si prostituisce sia a chi si avvale del sesso a pagamento.
Vista la diffusione della pratica, c’è da attendersi ossigeno per le casse pubbliche.
Per l’affollamento delle carceri, non c’è problema…