Fiducia: non lo fo’ per piacer mio, ma per dare un figlio a Dio…

Era l’accorata giustificazione che si attribuiva alla pie e timorate spose di qualche tempo fa chiamate ad obbedire ai doveri coniugali, e m’è tornata in mente leggendo le non richieste giustificazioni offerte con sofferenza da quei dissidenti PD che – pur ammettendo che la fiducia richiesta dal capo offendeva i propri principi – si sono poi rassegnati, lacerati e affranti, ad obbedire, naturalmente per il nostro bene.
E così molto cattolicamente, tornati virtuosi dopo la confessione online, possono tornare allegramente a trombare: noi…
Per non parlare di quelli che, sempre invocando i propri irrinunciabili principi, hanno preferito eroicamente di disertare la votazione.