Da oggi c’è un nuovo partito al quale possono guardare con fiducia i cittadini che non si riconoscono in alcuna delle sessanta-settanta formazioni politiche esistenti (si fa per dire).
Tabacci e Baccini, che già in passatio avevano scalpitato per il ruolo zerbinico dell’Udc all’interno della CdL, sono passati dalle parole ai fatti, dando vita al nuovo partito.
Autodefinitosi "la cosa bianca", forse si chiamerà "La Rosa Bianca", con riferimento un po’ audace (ma solo un po’) a un movimento di opposizione a Hitler.
Gli aderenti, in omaggio ai due soci fondatori, pare che saranno chiamati "tabaccini", il che regala un tratto di spensieratezza al grigio panorama politico.
Auguri, ci voleva proprio.