Ogni tot mesi questo governo ci riprova a zittire i blog.
Adesso ha infilato norme bavagliose e sanzioni economiche terrificanti nel decreto sulle intercettazioni, ultima iniziativa del governo per mettere un coperchio sul ribollire di telefonate e conversazioni che mettono in difficoltà  il capo del governo.
Se passa, chiunque può ritenersi leso da un post e chiedere una rettifica, mancando la quale scattano multe pesantissime: vale per i blog di informazione dei giornali o tv (e vabbé…), ma anche per chi tiene un semplice blog in cui narra la sua passione per i cercopitechi mancini o propone ricette del Peloponneso.
Forse già  questo post é passibile di censura, vallo a sapere…
D’altra parte, da un puttanaio non poteva che nascere una puttanata.

excite.it