viagraUna volta pensare troppo al sesso, specialmente da adolescenti e in particolare da soli,  scatenava una serie di maledizioni e promesse di conseguenze nefaste, tra le quali quella di diventare ciechi.
Oggi, che la chimica rende possibili performances audaci e impensabili fino a qualche anno fa perfino agli ospiti delle case di riposo, la minaccia che si profila è quella di non sentirci più, come attesterebbero alcune ricerche.
In considerazione del fatto che l’età degli utenti di viagra e altri articoli del ramo porta con sé, tra gli altri fastidi, un degrado irreversibile dei cinque sensi in ordine sparso, ho i miei dubbi che la notizia abbia ragionevole fondamento.